Sentenza della Corte del Parlamento contro Pietro Castello Padre del Parricida del Re Enrico IV e Cacciata dei Gesuiti - Antico Manoscritto Cinquecentesco

Sentenza della Corte del Parlamento contro Pietro Castello Padre del Parricida del Re Enrico IV e Cacciata dei Gesuiti - Antico Manoscritto Cinquecentesco - -

Descrizione

Sententza della Corte del Parlamento contro Pitro Castello, padre di Giovanni Castello, scolaro studente nel Collegio de Gesuiti per il parricidio da lui interpreso contra la persona del Re 

Bellissimo manoscritto cinquecentesco con la trascrizione coeva della sentenza di esilio contro Pietro Castello, la cui unica colpa era quella di essere il padre di Giovanni Castello, attentatore alla vita di Re Enrico IV, che riuscì a salvarsi essendosi accorto in tempo dell'aggressione e che riportò solo una ferita di coltello al volto.

A Giovanni Castello vennero confiscati tutti i beni, condannato all'esilio perpetuo da Parigi e per nove anni dal regno; la sua casa venne rasa al suolo fino alle fondamenta ed al suo posto venne eretta una piramide con la registrazione del suddetto decreto contro Castello e i Gesuiti. 

Documento datato 4 gennaio 1595, a soli sei giorni dalla condanna del figlio.

La trascrizione è manoscritta su grande foglio di bella carta filigranata, in ottime condizioni, di altissimo interesse storico.

La pena inflitta a Pietro Castello, pur severissima e iniqua, è da considerarsi anche mite, paragonata alla fine del figlio.

Il gesuita fu costretto a tenere in mano un tozzo di brace ardente del peso di due libbre, gli vennero messe le tenaglie alle braccia ed alle gambe, esposto con un carro nei quattro luoghi principali della citta, sul patibolo gli venne tranciata la mano che aveva attentato al sovrano, infine fu legato agli arti e dilaniato da quattro cavalli, i suoi resti bruciati e le sue ceneri disperse.

L'ira sovrana si estese anche all'ordine dei Gesuiti, che vennero cacciati e i superiori messi alle forche, ed al padre del reo, come documenta questo mansocritto.

Solo la madre e le sorelle vennero liberate e si salvarono.

 

 

 


Condizioni

Libreria Antiquaria Verbantiqua certifica e garantisce l'autenticità del manoscritto


Codici articolo

Codice articolo: za 366 13052015
Codice Copernicum:: COPERNICUM-1721381

Qualità del prodotto assicurata

La qualità di ogni oggetto in vendita su Copernicum è garantita dall'esperienza delle librerie professioniste venditrici che vi operano.

Paghi solo se il prodotto è disponibile

Può accadere che l'oggetto da te scelto non sia più disponibile: per questo potrai pagare solo dopo che la tua proposta d'acquisto sarà accettata.

Massima sicurezza nei pagamenti

Acquista in sicurezza tramite Paypal, Carta di Credito, Bonifico bancario o Contrassegno. Ogni transazione è protetta dal programma "Soddisfatti o Rimborsati, sempre"

Libri Consigliati da non perdere assolutamente