1510 - Capha-Soncino, Dialogo de misser Sancto Gregorio papa

1510 - Capha-Soncino, Dialogo de misser Sancto Gregorio papa - Capha-Soncino - Piero de Capha a nome di Hieronymo Soncino

Descrizione

Dialogo de misser Sancto Gregorio papa

Nel Colopphon: Impresso in Pesaro per Piero de Capha a nome di Hieronymo Soncino, adi 15 de Luio 1510

In 8°. Numerate le carte: (8), 180 [i.e. 179], (1), Nella numerazione è omessa la pag. 153.  Marca tip. del Capha sul front.: Scudo tripartito con aquila coronata e leone rampante in alto, giogo spezzato in basso. Sotto lo scudo: Io. Sfo.(Esse rovesciata) In cornice. Motto: Patria recepta. Rilegatura coeva in tutta pelle rigida impressa ai piatti e al dorso. Dorso con nervi. Qualche raro e sparso ingiallimento della carta. Rarissima cinquecentima in BUONE condizioni.

 

Pietro Capha; Piero de Capha; Petrus Capha: Tipografo attivo a Pesaro e a Rimini. N. a Capodistria, lavorò a Venezia come fonditore di caratteri nell'officina di Aldo Manuzio il vecchio; nel 1510 era a Pesaro presso Girolamo Soncino, che fu l'editore di quasi tutte le sue stampe (tranne alcune, edite da Niccolò Zoppino). Nel 1511 introdusse la stampa a Rimini dove pubblicò, il 23 Luglio dello stesso anno, il De Sorte Hominum: Libro di argomento astrologico (illustrato) in lingua italiana nonostante il titolo in Latino. A Rimini risulta ancora residente, in contrada S. Giorgio, nel 1512; nel 1521 era di nuovo a Venezia, dove aveva ripreso a fare il fonditore di caratteri.

Gershom ben Mosheh Soncino (Hieronymus Soncinus; Hieronymus de Soncino; Hieronymus Soncinas; Hieronymus Suncinus; Hieronymo Soncino; Hieronymo Sonzino; Girolamo Soncino): tipografo ed editore, originario di Soncino presso Cremona. N. nel 1460, lavorò dapprima in Lombardia, stampando in caratteri ebraici, poi si spostò nelle Marche, dove fu attivo a Fano, Pesaro, Ancona e Ortona, pubblicando testi anche in latino e in italiano. Si trasferì poi in Romagna, dove fu a Rimini e a Cesena; lasciata l'Italia, passò a Salonicco e quindi a Costantinopoli, dove morì nel 1534. Stamparono per lui Bernardino Oliva e Bernardino Guerralda ad Ancona, e Pietro Cafa a Rimini.

 


Codici articolo

Codice Copernicum:: COPERNICUM-5366083

Qualità del prodotto assicurata

La qualità di ogni oggetto in vendita su Copernicum è garantita dall'esperienza delle librerie professioniste venditrici che vi operano.

Paghi solo se il prodotto è disponibile

Può accadere che l'oggetto da te scelto non sia più disponibile: per questo potrai pagare solo dopo che la tua proposta d'acquisto sarà accettata.

Massima sicurezza nei pagamenti

Acquista in sicurezza tramite Paypal, Carta di Credito, Bonifico bancario o Contrassegno. Ogni transazione è protetta dal programma "Soddisfatti o Rimborsati, sempre"

Libri Consigliati da non perdere assolutamente