Alessandro Manzoni


Alessandro Manzoni

Alessandro Manzoni, (Milano, 7 marzo 1785 – Milano, 22 maggio 1873), è stato uno scrittore, poeta e drammaturgo italiano. Considerato uno dei maggiori romanzieri italiani di tutti i tempi per il suo celebre romanzo I promessi sposi, caposaldo della letteratura italiana, Manzoni ebbe il merito principale di aver gettato le basi per il romanzo moderno e di aver così patrocinato l'unità linguistica italiana, sulla scia di quella letteratura moralmente e civilmente impegnata propria dell'Illuminismo italiano. Passato dalla temperie neoclassica a quella romantica, il Manzoni, divenuto fervente cattolico dalle tendenze liberali, lasciò un segno indelebile anche nella storia del teatro italiano (per aver rotto le tre unità aristoteliche) e in quella poetica (nascita del pluralismo vocale con gli Inni Sacri e della poesia civile).

Tra le principali opere possiamo ricordare:

-Primo sonetto autobiografico su modello alfieriano (1801)
-In morte di Carlo Imbonati (1805-1806)
-A Parteneide: I sermoni (1802 - 1804)  
-Poemetti: Del trionfo della libertà (1801); Adda (1803); Urania (1809)
-Dopo la conversione (1810): Inni Sacri (1812 – 1822)
-Il cinque maggio (1821); Epigrammi, scherzi e complimenti; L'ira di Apollo (1816)
-Il Conte di Carmagnola (1816); Adelchi (1820 - 1822); Spartaco (1823)
-Narrativa: Fermo e Lucia (1823) divenuto poi "I promessi sposi" (1840 – 1842)
-Filosofia morale: Osservazioni sulla morale cattolica (1819)
-Intorno al libro "De vulgari eloquentia" di Dante (1868) 
-Lettera al Marchese Alfonso della Valle di Casanova (1871)


Alcuni libri di questo autore