Manuali Hoepli

 

 

La serie dei Manuali Hoepli è senz'altro una delle serie di libri più collezionata in Italia.

Ulrico Hoepli, svizzero trapiantato a Milano, si rese conto che l'Italia in crescita necessitava di testi agili che colmassero la lacuna presente nell'editoria destinata ai quadri tecnici. Decise perciò di creare una collana di testi che potessero aiutare nello svolgimento di varie attività ed applicazioni tecnico-scientifiche. Non essendoci un termine in italiano che potesse indicarli, mutuò l'inglese handbook traducendolo in “Manuale”, creando quindi un neologismo.

 

 

 

 

 

 

Il primo Manuale fu il Manuale del Tintore di Roberto Lepetit, pubblicato nel 1875. Il successo fu immediato, e presto gli argomenti dei manuali spaziarono su ogni campo del sapere, dalla storia della letteratura bizantina, alla paleografia, al canottaggio, alla salsamenteria, allo studio delle malattie mentali e chi più ne ha più ne metta.

La collana conta oltre duemila titoli, molti di essi ristampati più volte. Il più famoso fu il Manuale dell'Ingegnere di Giuseppe Colombo, grande amico di Ulrico Hoepli.

Ma il mito di tutti i collezionisti dei Manuali Hoepli è senz'altro il Manuale del Moderno Falconiere, di Chiorino, edito nel 1906 e praticamente introvabile. Il prezzo? Nessuno si sbilancia, ma siamo nell'ordine delle varie migliaia di Euro!

 

Ecco la scelta di Manuali Hoepli delle Librerie di Copernicum!

 

 

 

 

Libri correlati a questo articolo