Libri di Esoterismo

 

 

 

L'esoterismo è un argomento che affascina ed incuriosisce chiunque, e trova consenso in una notevole fetta di collezionisti ed appassionati. Questa materia occulta spazia dalla magia bianca a quella proibita, detta magia nera, l'alchimia, l'astrologia e la cabala.

 

 

- Il Necronomicon

 

Iniziamo il nostro viaggio tra realtà e fantasia con il Necronomicon, il Libro dei Nomi Morti. Da sempre considerato il testo più completo e misterioso di magia nera, divide il mondo esoterico in due fazioni opposte: credenti e scettici. Per i Satanisti pare che il Necronomicon ( in arabo Al Azif ) sia stato scritto attorno al 700 d.C. da Abdul Al Azrad (trad. Schiavo del Divoratore), stregone vissuto nello Yemen e morto a Damasco fatto a pezzi in pieno giorno da un essere invisibile. Il potentissimo Grimorio contiene una serie di simboli e formule per evocare ed asservire gli antichi dei pagani. Di fatto la copia tradotta da John Dee nel 1586 non si palesa, quindi gli scettici affermano che il Necronomicon è uno pseudobiblion, un libro mai scritto ma citato come fosse vero, inventato da Lovecraft. Chi avrà ragione?

 

-Il Picatrix

 

Nel campo dell'occultismo archeologico del tardo Medioevo e del Rinascimento occorre menzionare il Picatrix, anch'esso tradotto dall'Arabo, ma stavolta in Spagna nel XI secolo. Una copia del Picatrix era presente nelle biblioteche del Mago Cornelio Agrippa, di Pico della Mirandola e del pio Marsilio Ficino. Questo libro non fu mai dato alle stampe ma soltanto diffuso in forma manoscritta, e contiene immagini magiche, istruzioni per incantesimi, e spiega la corrispondenza di pietre, animali e piante con pianeti, segni dello zodiaco e parti del corpo umano.

 

-La Chiave di Salomone

 

Questo potente Grimorio viene erroneamente attribuito a Re Salomone, ma fu scritto anch'esso nel Tardo Medioevo o all'inizio del Rinascimento. Anche questo libro, diffuso in forma manoscritta e successivamente stampato clandestinamente, contiene una serie di formule e disegni magici che servono a costringere i demoni e, più raramente, gli angeli, a lavorare per il mago. La copia più antica esistente è in inglese ed è datata al 1572.

 

-De Occulta Philosophia

 

Questo libro è stato scritto da colui che, seppur considerato il Principe dei Maghi Neri e degli Stregoni, riuscì a sfuggire all'Inquisizione: Cornelio Agrippa.

Il De Occulta Philosophia, suddiviso in quattro libri, è un trattato con il quale viene spiegata la magia elementale, ed il Potere delle Cose, e si rifà in un certo qual modo ai principi contenuti nel Picatrix.

 

-Il Grande Grimorio

 

Il Grande Grimorio è un grimorio di magia nera presumibilmente scritto nel 1522, ma più probabilmente redatto nel corso del XIX secolo. Ispirato alla Chiave di Salomone, contiene i riti di evocazione del Demonio, una classificazione delle bestie e dei diavoli dell'abisso, e termina con un'ampia sezione dedicata all'uso della magia nera per procurarsi tesori, parlare con i morti e guarire infermità.

 

 

Realtà o fantasia? Questi libri sono frutti di mera immaginazione o possono davvero contenere le chiavi per aprire mondi sconosciuti? E' una domanda alla quale non possiamo dare risposta.  

 

Sei un appassionato di libri di esoterismo, occultismo o stregoneria? Cerca su Copernicum tra i nostri libri antichi ed usati
Cerca qui tra i cataloghi delle nostre librerie

 

 

 

 

Libri correlati a questo articolo