Come Conservare Libri Antichi

 

 

I libri antichi, così come i manoscritti ed i documenti antichi, sono creati grazie all'ausilio di numerosi materiali, quali legno, carta, cartone, pergamena, cuoio, tessuto e molto altro ancora.
Tutti questi materiali hanno origine da organismi viventi e quindi, se non conservati e trattati con molta cura, vulnerabili a numerosi fattori esterni che ne possono compromettere irreparabilmente l'integrità.
Di seguito abbiamo stilato per voi una guida base per la corretta conservazione di questi preziosi manufatti.

-Luce:

Posizionare i volumi al di fuori della luce solare o artificiale diretta ( come ad esempio faretti alogeni puntati), ma mai al buio. La luce infatti tende ad amplificare il fenomeno irreversibile della degradazione, mentre il completo buio favorisce la proliferazione di muffe.

Consigliamo quindi di identificare una zona, oppure una stanza, idonea dove la luce proveniente da finestre o lucernari non sia troppo forte e diretta; in alternativa è possibile creare delle zone d'ombra utilizzando delle tende particolarmente spesse.


-Umidità:

Così come la luce, anche l'umidità se non controllata può recare seri danni ai nostri preziosi libri.

Si consiglia sempre l'utilizzo di un igrometro nel locale adibito ai fini di monitorare il corretto grado di umidità nell'aria.
L'intervallo corretto del grado di umidità per una perfetta conservazione è tra il 45 ed il 65%.
Inferiore a tale percentuale i volumi tenderanno a perdere la giusta elasticità delle fibre rischiando la rottura; superiore alla percentuale indicata invece favoriremo la proliferazione di microrganismi quali muffe e funghi estremamente dannosi ai fini conservativi.




-Temperatura:

La temperatura migliore ai fini conservativi può variare dai 15° ai 20° Centigradi.

Si consiglia di tenere sempre sotto controllo questo fattore in quanto una temperatura elevata, in concomitanza ad un elevato grado di umidità, può favorire lo sviluppo di microrganismi.

 

-Come riporli:

Anche la disposizione con la quale conserviamo i nostri libri può rischiare di danneggiarli.
Consigliamo infatti di riporli sempre verticalmente e mai orizzontalmente; è inoltre opportuno lasciare un piccolo spazio tra un tomo e l'altro per far circolare aria e scongiurare una possibile proliferazione di muffe o funghi.


- Scaffali e Librerie, quali scegliere:

Un libro per essere correttamente conservato nel tempo, necessita di un luogo perfetto dove essere riposto.

Qualora disponessimo di una libreria, questa deve essere sempre aperta almeno su un lato e non deve mai essere chiusa con sportelli in vetro o legno che impediscono il corretto ricircolo d'aria.

Se invece disponiamo di mensole a muro oppure scaffali aperti, sconsigliamo di posizionare i volumi a contatto con la parete per evitare sbalzi di temperatura e scongiurare una possibile formazione di muffa o funghi.

 

-Difendersi da Tarli e Tarme

Tarli e Tarme sono animali che da sempre hanno infestato le nostre librerie, creando spesso ingenti danni.

Nonostante siano conosciuti numerosi metodi per difendersi da questi silenziosi attacchi, rimane sicuramente il più efficace quello di inserire nel luogo adibito a libreria, delle essenze adatte a scacciare tali animali, come Cipresso, Oli essenziali di agrumi e lavanda.

Tramite numerose ricerche, abbiamo elaborato una particolare formula per la creazione di un efficace antitarlo naturale. Potete visionarlo qui:
Antitarlo Naturale

 


-Pulizia:

Anche se non sono da annoverarsi tra i principali nemici dei nostri preziosi libri, la polvere ed i normali depositi che possono formarsi in una abitazione, devono essere eliminati.

Per risolvere questo problema, consigliamo l'utilizzo di un pennello folto a setole particolarmente morbide; con l'ausilio di questo strumento, passato sopra al taglio ed alla coperta del libro, elimineremo la polvere in eccesso senza danneggiare il libro.



Ci auguriamo che questa guida, creata appositamente per la corretta conservazione di libri antichi ed usati, ti sia stata utile.
Per qualsiasi informazione inerente alla conservazione non contenuta in questa guida contattaci, il nostro staff è a tua completa disposizione all'indirizzo info@copernicum.it